MUSICA

Da Stupendo a Liberi Liberi. Cosa manca ai fan di Vasco?

l prossimo 20 maggio parte il tour in tutta Italia di Vasco Rossi. Il rocker di Zocca farà tappa nelle principali città italiane. Alle sei date previste prima della pandemia sono state aggiunte quelle di Bari, Napoli, Messina, Ancona, Torino e Trento. Proprio dal Trentino Alto Adige partirà la carovana del Blasco. 

Attraverso i social Vasco ha annunciato i nomi dei musicisti che andranno a costituire la band. In questi giorni gli artisti sono alle prese con le prove. L’unico mistero resta quello della scaletta. I concerti di Vasco sono ricchi di emozioni, pensieri e storie. 

Quali saranno i brani che faranno aperte del tour? Questo non ancora lo sappiamo. Abbiamo provato a realizzare una piccola lista delle canzoni più attese dai fan. 

Liberi Liberi: brano del 1989. È stato eseguito l’ultima volta durante il concerto di Modena.

Incredibile romantica: questo brano rientrò nella scaletta del tour svolto nei palazzetti italiani. Venne eseguito come medley in forma acustica. Vasco alla chitarra dinanzi al suo popolo. È un brano che dal vivo produce un’emozione intensa e particolare.  

Come stai: seconda traccia dell’album “Buoni o Cattivi” uscito nel 2004. Eseguito l’ultima volta nel 2014, tour che portò la voce del rocker a Roma e Milano. Un titolo attuale ai nostri giorni e al periodo che stiamo vivendo. 

Stupendo: è il successo più atteso dai fan e chissà se potrebbe essere un regalo dello stesso Vasco. Il singolo rientrò nella scaletta del Modena Park, concerto che si tenne il 1 luglio 2017 per festeggiare i quarant’anni di carriera del Blasco. 

Toffee: brano del 1985 suonato per due volte negli anni 2000: la prima nel 2003 in un medley a San Siro. La seconda nel 2008, sempre in un medley, ma questa volta allo stadio Dall’Ara di Bologna. 

Dillo alla luna: citando Vasco: “Può darsi che porti fortuna…”. La fortuna di inserire questo brano all’interno dell’articolo e cercare di cantare a squarciagola il ritornello nel tour del 2022. Dillo alla luna manca come i concerti. Il brano venne eseguito l’ultima volta nel 2018 durante il “Non Stop Live” tour. 

Un senso: per alcuni è un inno, per altri un pensiero per trovare una soluzione per risolvere un problema. Dalla filosofia si passa alla musica e alla forza che il Blasco ha inserito nel testo. Bisogna tornare anche qui al 2017 per ascoltarlo dal vivo. 

La discografia di Vasco Rossi è infinita. Ci sarebbero ancora tanti altri pezzi “mai eseguiti dal vivo” come ha ripetuto lo stesso Vasco nei giorni scorsi.

Concludo con una frase dello stesso rocker di Zocca: “Non ci chiuderanno in casa con la paura”.

Dopo due anni torna la musica dal vivo e con i concerti torniamo a vivere. 

Studente di giornalismo, relazioni pubbliche e digital media presso l'Università LUMSA di Roma. Cresciuto a latte, biscotti e gol e appassionato di scrittura e musica. A 16 anni ho iniziato a scrivere per il quotidiano online Solofoggia e mi sono occupato delle notizie riguardanti il Foggia Calcio e le squadre locali. Ho collaborato con MondoPrimavera, testata giornalistica sul calcio giovanile e con il portale SanGiovanniRotondoFree, dove ho avuto il piacere di poter intervistare diversi personaggi del mondo dello spettacolo. Ho realizzato diversi approfondimenti per JuPassion, community social dedicata alla Juventus. Il 22 dicembre 2021 ho fondato il blog "La Rivista Solidale". Da settembre di quest'anno sono tornato nella redazione di Solofoggia. Da circa un anno sono responsabile dell'ufficio stampa della comunità Laudato Sì di San Giovanni Rotondo.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *