TI CONSIGLIO

#13 Fare quello che c***o ti pare

L’ansia sta distruggendo le vostre giornate? Vi sentite stanchi e/o schiacciati dagli impegni?

Ho io per voi la soluzione al problema…non è vero, scherzo! Però posso consigliarvi un libro che vale la pena leggere e che ho trovato molto in linea con le domande riportate qui sopra. Si tratta de “La sottile arte di fare quello che c***o ti pare” di Mark Manson, che ha dominato le classifiche di vendita in Italia grazie anche a Fedez. Sì, avete letto bene: il rapper  lo ha infatti consigliato – qualche mese fa – in una story Instagram, che ha incentivato molti suoi followers a comprarlo e ha contribuito quindi al grande successo editoriale. E se Fedez lo ha pubblicizzato, chi sono io per non farlo? Assolutamente nessuno, però la rubrica settimanale andava riempita e tra serio e faceto, credo fosse il consiglio giusto se siete alla ricerca di una lettura irriverente, tranquilla ma non banale.

Dal titolo, abbastanza evocativo, è chiaro sia il senso del libro che il linguaggio abbastanza provocatorio. Il blogger americano fornisce ai propri lettori un vero e proprio manuale di “auto-aiuto”, in controtendenza alla psicologia positiva, largamente diffusa in questo periodo specie sui social. L’autore, attraverso aneddoti personali e racconti storici, ci mostra come sbarazzarci di tante paranoie e rotture che noi stessi ci creiamo per “sopravvivere” alle nostre giornate, anziché viverle realmente. Il sottotitolo è anch’esso parte integrante del messaggio che Manson vuole mandare: “Il metodo scorretto (ma efficace) per liberarsi da persone irritanti, falsi problemi e rotture di ogni giorno e vivere felici. Un piccolo manuale di auto aiuto per imparare a smetterla di fare tutto quello che gli altri si aspettano da noi, diventare delle persone più autentiche e vivere come avremmo sempre voluto”.

Ho trovato la lettura de “La sottile arte di fare quello che c***o ti pare” davvero molto piacevole. È uno di quei libri che, visto anche il prezzo molto abbordabile (soli 10 euro), regalerei benissimo a Natale nel momento in cui mi trovassi con l’acqua alla gola in cerca di soluzioni last minute per salvare amicizie e rapporti vari.

Senza ammorbarvi con una recensione o una mia critica al testo, concludo con una citazione nella citazione. Ebbene sì perché un altro rapper, Marracash (non proprio “amico” del “collega” citato in precedenza) ha utilizzato in “GOAT-il cuore”, brano contenuto nell’album “Persona”, una frase proprio de “La sottile arte di fare quello che c***o ti pare”:

“”Evitare la sofferenza è una sofferenza.

Negare un fallimento è di per sé un fallimento.

Nascondere la vergogna, è una forma di vergogna”.

Buona lettura, signori cari.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.