• SERIE TV

    In quel dì di Hawkins: volume 2/

    Abbiamo parlato di come viene gestita la questione marketing nei meandri del sottosopra. O meglio, nell universo di Stranger Things, dove la piccola grande cittadina di Hawkins fa da protagonista a un enorme teatro. Costruito con attenzione pezzo per pezzo. Con ovviamente i suoi anelli più deboli, quasi messi apposta per ricordarci che siamo tutti umani. O almeno sarebbe meglio vederla da questa prospettiva in quanto la serie, molto probabilmente presto cult, in tutta la sua grandezza presenta talvolta grandi ingenuità. E grande cuore, e a breve capiremo la connessione tra questi due elementi. Sempre da un punto di vista soggettivo. “Da grandi poteri derivano grandi responsabilità”, disse un certo…

  • SERIE TV

    In quel dì di Hawkins: volume 1 / pubblicità nel sottosopra

    C’è un tempo e un luogo per ogni cosa”, diceva un noto professore del panorama videoludico. Messaggio preso alla lettera dai fratelli Duffer, creatori della rinomata serie Stranger things, che hanno fatto aspettare ben 2 anni dall’ uscita della terza stagione alla quarta. Attesa snervante, ma ripagata, seppur non completamente.Tempo fa ho parlato della questione hype, molto ricorrente soprattutto nel web, dove il termine assume il significato di un prodotto atteso dai fan e coinvolto in strategie marketing per cui le aspettative non mancano. Spesso anzi presentano il rischio di crearsi letteralmente dei castelli fatti da teorie che provocano veri e propri fardelli mediatici. Basti vedere la Marvel che con…