• RELIGIONE

    Una presenza viva

    C’è una frase, anzi due parole, che colpiscono nel testamento spirituale di Angelina La Selva: Pellegrina e forestiera. Sono passati 60 anni dalla scomparsa di Angelina La Selva avvenuta il 17 Settembre 1962 “all’ombra” del Santuario di Loreto. Figlia spirituale di Padre Pio, amica della beata Armida Barelli, attivista instancabile dell’Azione Cattolica, terziaria francescana, aderente all’istituto regale del Sacro Cuore, animatrice della società civile della città di San Marco in Lamis. Tutte queste cose, Angelina La Selva le ha vissute come pellegrina e forestiera. Pellegrina perché non ha totalizzato in sé stessa queste realtà . Pellegrina perché sapeva che tutto ciò che svolgeva era frutto di una risposta, di una…